Passa ai contenuti principali

Mobilitazione Fisioterapisti Regione Sicilia - Spif Ar scrive all'Assessore R. Razza ed ai Sindaci


 SPIF AR, a supporto dello stato di agitazione e relativa mobilitazione dei Fisioterapisti e Logopedisti della Provincia di Catania e Palermo, in data odierna ha inviato una NOTA all'assessore alla salute, Avv. R. Razza, al Presidente della VI commissione Regione Sicilia, ai direttori generali delle ASP interessate e contestualmente ai Sindaci dei Comuni di Catania e Palermo.

Di seguito la NOTA:


Oggetto: Richiesta di Urgente incontro all’Assessore, e di audizione in VI Commissione Salute

 

Egregio avvocato Razza,

Egregio Presidente On. M. La Rocca Ruvolo

Egregi Direttori Generali

Egregi Sindaci

            in un momento convulso che tutti quanti stiamo vivendo da un punto di vista sanitario, è obbligo da parte di questa organizzazione sindacale rappresentare  delle situazioni incresciose che riguardano i nostri colleghi che operano nel sevizio ADI nelle città di Catania, Palermo a cui si stanno aggiungendo molte altre Provincie della Regione. Altresì , ci è parso doveroso e utile, mettere in indirizzo i Sindaci, nella loro qualità di Autorità  Sanitaria del Comune , per informali  e renderli partecipi della situazione, in virtù dell’essere tutori della salute dei propri cittadini,  e il coinvolgimento attivo di propria competenza , stante che , le Cure Riabilitative  ricevute da parte delle persone , rivestono assunzione di responsabilità anche da parte  dei Sindaci.

Nella scorsa settimana, si sono susseguite a ritmo incessante le legittime rimostranze e proteste da parte di lavoratori operanti in Strutture SANITARIE, in merito al notevole disagio in cui versano sotto il profilo economico/contrattuale.

Parliamo di professionisti Sanitari dell’Area Riabilitativa riconosciuti dal Ministero della Salute, regolarmente iscritti all’ordine professionale quali, nella fattispecie, Fisioterapisti.

Com’è noto alle SS.VV. , le gare di  appalto emanate dalle ASP in oggetto per i servizi de quo, stanno producendo un effetto domino, alquanto pericoloso, a causa delle esigue risorse economiche che, verrebbero destinate, ad accesso, al singolo professionista sanitario.

Risorse assolutamente inique rispetto alla qualità del servizio offerto, al budget  previsto dalle singole ASP  (non aggiornato alle attuali esigenze reddituali) e, pertanto  irrispettose nei confronti dei colleghi.

Un professionista sanitario della riabilitazione, percepirebbe, in riferimento al budget assegnato, circa 13,50 euro ad accesso (lordo),  senza alcun aggiuntivo in termini di rimborso carburante, gestione separata INPS, polizza assicurativa RCT ed iscrizione al proprio ordine professionale. Oneri a carico del singolo.

Nella piena consapevolezza di rappresentare le necessità impellenti dei numerosi colleghi riunitisi in un corposo gruppo ed in riferimento alle rivendicazioni di avere riconosciuto un adeguato compenso per le prestazioni SANITARIE erogate per conto di cooperative operanti nel territorio, la scrivente O.S. 

CHIEDE

All’Assessore, di porre in essere  un’accelerazione all’emanazione del  Decreto sulle Tariffe da destinare alle ASP, come previsto nell’art. 3, comma 3 del DA 3 settembre 2021, avente per oggetto Definizione dei criteri per l’accesso all’accreditamento dei soggetti privati erogatori di cure domiciliari , che siano  coerenti  e nel pieno rispetto del costo del lavoro per le Professioni Intellettuali, quali sono i fisioterapisti e i logopedisti, regolarmente iscritti ad un Ordine Professionale. Ciò al fine di determinare  adeguati aggregati di spesa assegnati alle  singole ASP, nonché  un urgente incontro  con la S.V. e al Presidente della VI Commissione di essere auditi, in rappresentanza di codesti lavoratori, per instaurare un confronto  e contribuire alla  definizione di  processi per la  risoluzione del problema,  onde evitare che il proseguo dello   stato di agitazione attuale generatosi,  si tradurrebbe inevitabilmente, sulla sospensione dei servizi con GRAVE nocumento per i pazienti che attendono le cure riabilitative.

Certi di un vostro cortese e celere riscontro , si porgono distinti saluti.

Il Segretario nazionale Spif AR                                                   Il Segretario regione Sicilia Spif AR

Dott. Roberto V. Ferrara                                                                   Dott. Francesco C. Locicero                                                                            


Commenti

Post popolari in questo blog

Fisioterapista di famiglia. Iniziato l'iter alla Camera dei deputati

  Iniziato l'iter per il riconoscimento del Fisioterapista di famiglia.  Pubblicato il testo, della proposta di legge, che segna un passo importante, nella storia della FISIOTERAPIA in Italia per il futuro di migliaia colleghi. Il rappresentanti del sindacato di categoria (SPIF AR), promotori della presentazione della proposta all'On. Bellucci, confidando nel buon senso dei nostri rappresentanti politici, auspicano che la proposta possa ricevere il consenso di tutti. Esultanza e soddisfazione per questo ennesimo passaggio, anche per  le persone fragili che attendono con fiducia questa norma al fine di valorizzare ulteriormente la figura del Fisioterapista e accorciare "la filiera" per accedere alle cure riabilitative territoriali che risulteranno molto più vicine ai nostri pazienti. Per leggere la proposta di legge clicca quì

Mobilitazione Fisioterapisti in Sicilia. Anche gli ex art. 26 iniziano la ribellione

                                                          Comunicato Stampa In questo preciso momento, in concomitanza alla mobilitazione che stanno mettendo in campo i colleghi afferenti al servizio ADI, anche i professionisti della riabilitazione, assunti presso le  strutture operanti nel territorio siciliano, ossia i CdR ex Art. 26, manifestano il loro malessere ormai  decennale che li vede tutt'ora in attesa del rinnovo di un contratto, già anomalo e mortificante , in  quanto li vede penalizzati sia dal punto di vista normativo sia dal punto di vista economico. La Regione siciliana ha accreditato e le ASP hanno contrattualizzato dette strutture, erogando loro  delle rette, ben più corpose, rispetto a quelle previste per l’ADI, coerentemente a sostenere il costo  del lavoro , ma chi gestisce queste strutture, dimentica, forse , cosa significhi essere accreditato e  contrattualizzato, operando l’applicazione di un CCNL di tipo socio-assistenziale (vedi ccnl AIAS). Negli anni , Sp

FISIOTERAPISTA DI FAMIGLIA – UNA SVOLTA FONDAMENTALE PER LA FISIOTERAPIA IN ITALIA

  FISIOTERAPISTA DI FAMIGLIA – UNA SVOLTA FONDAMENTALE PER LA FISIOTERAPIA IN ITALIA Depositato al Senato della Repubblica il disegno di legge ( d.d.l. 2257 ) sul Fisioterapista di famiglia.    Firmatario, il Senatore N. Pagano (FORZA ITALIA) , il quale, nella sua lungimiranza, esprime grande soddisfazione per aver presentato e sostenuto questa proposta che, assume un primo passo per   l’accreditamento diretto del fisioterapista con il SSN, permettendo in tal modo   lo snellimento delle liste dì attesa   e consentirebbe   a migliaia di professionisti sanitari della riabilitazione, di trovare la giusta collocazione, una corretta   retribuzione in ambito lavorativo, attraverso un processo convenzionale   o in regime di dipendenza , o con un rapporto convenzionale come previsto nell’art.4, proprio come i medici di base. Un grosso risultato per i professionisti della fisioterapia, i quali avranno finalmente la possibilità di mettere a frutto le proprie competenze senza vedersi sfrutta