Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2020

COVID - 19: Lo Spif Ar chiede al Presidente della Regione Lombardia la sospensione immediata delle prestazioni riabilitative ritenute procrastinabili

  Data: 19 marzo 2020 Al Presidente della Regione Lombardia On. Attilio Fontana Alla Direttore Generale Welfare Regione Lombardia – Giunta Dott. Luigi Cajazzo e.p.c. Al Ministero della Salute On Roberto Speranza Oggetto: Richiesta di sospensione immediata delle prestazioni riabilitative ritenute procrastinabili Facendo seguito alle molteplici segnalazioni pervenute alla scrivente O.S.,  nel pieno rispetto delle norme dettate dal DPCM del 08 marzo 2020 e successive modificazioni, circa  le precauzioni da adottare in ambito sanitario e socio sanitario, in tutto il territorio Nazionale, riferite al  personale Sanitario indi ai professionisti della RIABILITAZIONE riconosciuti dal Ministero della Salute ed al  personale Socio Sanitario, la scrivente organizzazione sindacale, SPIF AR, in rappresentanza di tanti colleghi  del comparto della Sanità Pubblica, Privata convenzionata (accreditata) e liberi professionisti, nell’ottica di  perseguire l’interesse della Salute pubblica soprattutto in

Covid - 19: Lo Spif Ar chiede la sospensione immediata delle prestazioni riabilitative ritenute procrastinabili

  Lo Spif Ar chiede al Presidente delle Regioni Italiane la sospensione immediata delle  prestazioni riabilitative ritenute procrastinabili. Leggi le lettere: Regione Abruzzo                Allegato Regione Veneto Regione Toscana Regione Puglia Regione Emilia Romagna

COVID - 19: Trattamenti riabilitativi ex art. 26 Regione Sicilia

      Al Presidente della Regione Sicilia   On.le Musumeci   All’Assessore della Salute   Avv. Razza   Oggetto : Emergenza covid     A seguito delle disposizioni del governo volte a contenere l’emergenza della diffusione del corona virus nel nostro territorio, la ns O S. Spif Ar (Sindacato Professionale Italiano Fisioterapisti Area Riabilitativa) vuole segnalarVi  la difforme applicazione  delle direttive impartite  decisioni da parte di  varie strutture sanitarie ex art 26 della legge n. 833/1978 e ss.mm.ii. , che di fatto tendono a rendere inefficaci le misure adottate mantenendo aperti i vari centri di Riabilitazione , esponendo sia gli utenti che i professionisti sanitari al rischio di possibile   contagio e alla conseguente diffusione.   Si rappresenta che, presso suddette strutture, vengono erogate prestazioni riabilitative nella fase  estensiva , che, pur  rientrando nei LEA , non sono  tra quelle che rivestono carattere di  urgenza (U)  secondo quanto definito nella classificaz

COVID - 19: Liberi Professionisti e mancato guadagno : Spif Ar scrive al Presidente Conte

  Al Presidente del Consiglio  Avv. Giuseppe Conte E p.c.      Al Ministro  per le Pari Opportunità e   On. Elena Bonetti                      Al Ministro della Salute  On. Roberto Speranza                  Al ministro dell’Economia e delle Finanze On. Roberto Gualtieri Sig. Presidente del Consiglio dei Ministri, a seguito degli ultimi provvedimenti intrapresi dal Governo riguardanti le misure di contenimento dal  contagio da COVID – 19, codesto SINDACATO PROFESSIONALE ITALIANO FISIOTERAPISTI AREA RIABILITATIVA  (SPIF AR), urge segnalarLe la situazione critica in cui versano migliaia di professionisti sanitari della Riabilitazione operanti, su tutto il territorio Nazionale, come LIBERI PROFESSIONISTI. In particolar guisa, considerata la sospensione ed in alcuni casi la chiusura, seppur momentanea, di molte  strutture private accreditate, ADI, COOPERATIVE e STUDI PRIVATI i nostri colleghi e colleghe, ribadiamo, in  LIBERA PROFESSIONE, si ritrovano in una situazione di elevato disagio di

COVID - 19: Richiesta di uniformare le disposizioni al livello nazionale

  Al Ministro della Salute On. Roberto Speranza Al Presidente della Conferenza Stato-Regioni On. Francesco Boccia Al  Segretario della Conferenza Stato-Regioni Consigliere Elisa Grande Sig. Ministro della Salute, On. Roberto Speranza A seguito delle enormi criticità emergenti, derivanti dalle varie disposizioni che differiscono nella sostanza e nella forma, dai vari Servizi Sanitari Regionali, circa le misure per il contenimento, la prevenzione  e la gestione dell’emergenza epidemiologica da CODVID – 19 e che riguardano i vari servizi RIABILITATIVI ex  art. 26 della legge n.833/78 e ss.mm.ii, A.D.I. , Cooperative, Servizi domiciliari e varie, la scrivente  Organizzazione Sindacale SPIF AR (SINDACATO PROFESSIONALE ITALIANO FISIOTERAPISTI AREA  RIABILITATIVA), rappresentante i professionisti sanitari dell’Area Riabilitativa, evidenzia la necessità  IMPELLENTE di uniformare le disposizioni Regionali con i dettami Nazionali, prevedendo per tutte le  prestazioni che non hanno il carattere d

Richiesta differimento pagamento quota rinnovo all'Albo

  Data: 11 marzo 2020 Al Presidente Federazione Nazionale Ordini TSRM – PSTRP Dott. Alessandro Beux Sig. Presidente, dott. Alessandro Beux, La scrivente Organizzazione Sindacale SPIF AR  (SINDACATO PROFESSIONALE ITALIANO FISIOTERAPISTI AREA RIABILITATIVA),   alla luce dei provvedimenti emanati dal governo per il rischio epidemiologico COVID – 19;  tenuto conto delle difficoltà economiche in cui versano i colleghi facenti parte delle professioni dell’ area Riabilitativa, regolarmente iscritti all’Ordine TSRM PSTRP;  stante la “transitorietà” del momento che auspichiamo, possa essere superato prima possibile chiede alla S.V che, per l’anno in corso, che il pagamento della quota annuale di rinnovo all’ordine TSRM – PSTRP  dei professionisti Sanitari afferenti all’area Riabilitativa, venga differito sino al periodo di superamento  dell'emergenza. Certi di un Suo immediato riscontro, inviamo i nostri saluti. Il Segretario Nazionale Spif Ar                                         Il R