Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2016

Regione Campania Istituto Don Orione: grazie a Spif Ar, pagati gli stipendi arretrati

Ennesimo risultato dello Spif Ar in Regione Campania. Grazie alla messa in mora, da parte della RSA dei nostri iscritti al sindacato, gli 80 dipendenti dell’Istituto Don Orione di Ercolano, accreditato con la ASL Na 3, da tre mesi senza stipendio, oggi hanno ottenuto le loro spettanze.L’Istituto ha così dovuto, in un unica soluzione, erogare ben 240 mensilità.Un plauso ai colleghi in particolar guisa alla dott.ssa Giovanna Di Fiore che, in qualità di Segretario Aziendale della RSA Spif Ar, di concerto con l’Avvocato Riccio hanno impostato l’attività di recupero, ottenendo il pagamento di quanto dovuto.

Osteopatia. No alla malevole interpretazione dei dettami dell’OMS

Gentile Direttore, dopo aver letto diversi articoli pubblicati nel merito dell’Osteopatia, mi corre l’obbligo di ringraziare il Collega Davide B. Albertoni, Presidente Nazionale del Gruppo di Terapia Manuale – AIFI e Consigliere Nazionale AIFI, nel merito della lettera pubblicata il 12 giugno 2016. Si evince che il collega abbia effettuato un’attenta analisi scientifica del Fenomeno Osteopatia, rappresentata con Documenti Ufficiali ed esposti con estrema chiarezza, ossia ( mia percezione) la malevole interpretazione dei dettami dell’OMS da parte di detti soggetti, ritenuti, in atto, dal nostro Ordinamento, Abusivi  nell’Esercizio Professionale, nonché la denuncia della pretesa di riconoscimento di Professione Sanitaria.Leggi l'Articolo

Ancora una volta Spif Ar, raggiunge il risultato!.

Magistrale intervento presso la Direzione Provinciale del Lavoro di Caltanissetta  del nostro Segretario Regionale Sicilia , Dott. Francesco Locicero,  nella qualità di Arbitro in Commissione di Conciliazione.La sanzione che era stata  comminata  dall’Ente Casa Famiglia Rosetta ai Colleghi del Servizio Domiciliare che  prevedeva la sospensione di tre giorni senza retribuzione.
Invece il Lodo Arbitrale si è concluso con un    semplice “ richiamo verbale”.
Ciò permette ai lavoratori  l’impossibilità da parte del Datore di lavoro di poter utilizzare la sanzione per eventuali e future inadempienze ad ordini di servizio e conseguenti richiami.( ndr.).
Tutto riparte da zero, ovvero come se nulla fosse successo. Ciò , dà maggiore forza al Sindacato per le prossime e  future azioni sindacali. In primis entrare nella Contrattazione decentrata   a pieno titolo,  anche in virtù  del fatto che , con propria sentenza il Giudice del Lavoro del    Tribunale di Caltanissetta  ha riconosciuto e sancito