Passa ai contenuti principali

Post

False Partita Iva: La Regione Lazio invita le ASL alle ispezioni

 Facendo seguito la richiesta del Segretario Nazionale Spif Ar, dott. R. Ferrara, la Regione Lazio, invita le ASL della Regione Lazio nel verificare l'uso incondizionato delle False Partita Iva nei centri ex art. 26, nelle cooperative ed in strutture accreditate di riabilitazione intensiva. Verificheremo che si attuino tutte le procedure per ridurre, se non arrestare, questo fenomeno che penalizza drasticamente, migliaia dei nostri colleghi. Di seguito il link  
Post recenti

Spif Ar sposa interamente la presa di posizione della Fials

  Spif Ar sposa interamente la presa di posizione della Fials  nel merito dell'attività libero professionale e dell'indennità di esclusività per tutte le Professioni Sanitarie, determinando in tal modo, l'eliminazione di un vulnus legislativo ancora presente. Sosterrà con forza, in sede di conversione in legge del DL Sostegni, affinché siano inseriti emendamenti atti a "dire fine" alla disparità di trattamento con la dirigenza medica e sanitaria. Il decreto Sostegni e la ”finta” apertura agli infermieri vaccinatori Gentile direttore, il decreto legge “Sostegni”, approvato lo scorso venerdì 19 marzo dal Consiglio dei Ministri continua, come è anche doveroso, a fare discutere proprio sulle misure in materia di salute e sicurezza ed in particolare sul così definito “rallentamento del vincolo di esclusività per gli infermieri”. Tanti i dubbi, critiche e rivendicazioni sui social, in specie dai professionisti infermieri, ma anche tanti interrogativi che pervengono dall

Regione Lazio e Partita Iva - Spif Ar diffida i D.G. delle ASL

  Come anticipatovi qualche settimana addietro, è stata inoltrata in data odierna, a tutte le ASL della Regione Lazio, alla Sindaca di Roma, all'ispettorato del lavoro Regionale, all'Assessore alla Salute, al Presidente TSRM PSTRP. alle CDA Regionali la diffida ad adempiere a controlli ispettivi, per tutte le strutture in regime di convenzione, quali ADI – COOPERATIVE – EX ART. 26 – STRUTTURE COD. 56. Ringraziamo, ancora una volta, tutti i colleghi e le colleghe che, attraverso le loro segnalazioni, ci hanno permesso di individuare delle strutture <TARGET> su cui indirizzare il nostro interesse. A tal proposito abbiamo inviato anche, i nominativi di talune strutture che non pubblichiamo per la riservatezza delle comunicazioni Le situazioni lavorative, dei nostri colleghi, nella città eterna, si sono rilevate “angoscianti”… per non dire “tenebrose”. Pazienti dislocati 30 km l’uno dall’altro – contratti fittizi con obblighi di riservatezza – pagamenti al ribasso – in

ESSERE O NON ESSERE… A SPIF AR INTERESSA “FARE" !

  Con nota del 17 febbraio 2021, l’O.S. Spif Ar ha inviato una richiesta formale di verifica/ispezione per le strutture ex art.26 – cooperative in regime di convenzione con le ASL della Regione Campania. Abbiamo mosso il primo passo, a tutela dei nostri colleghi sottoposti a vessazioni con contratti (fittizi) a Partita Iva (Falsa) che vengono giornalmente sottoposti ad umiliazioni di ogni tipo. Ci auguriamo che, altri Enti Istituzionali possano dar man forte alla richiesta da noi inoltrata. E’ un’azione importante a cui seguirà, in questa fase, la comunicazione dei nomi di “determinate” strutture private convenzionate, CHIEDENDO agli organi preposti, una maggiore vigilanza/ispezione. A tal uopo, ringraziamo i colleghi che, in maniera riservata, ci hanno fornito delucidazioni su determinate strutture e situazioni ingravescenti. Informeremo e solleciteremo, per competenza, anche i vari Sindaci delle varie Città in quanto responsabili della Sanità Locale e come primi cittadini.

Libera professione per tutte le professioni sanitarie: un diritto e un’opportunità

Una ulteriore opportunità per tutte le Istituzioni coinvolte, Parlamentari, OO. SS., Ordini,  per spingere la calendarizzazione del Ddl  sul Fisioterapista di famiglia e la sua approvazione.  Spif Ar rimane in prima linea, ma insiste una forte partecipazione attiva di tutti i colleghi, nella maniera ritenuta personalmente più consona per il raggiungimento del risultato. Leggi l'articolo  su Quotiniano Sanità

MASSOFISIOTERAPISTI: la figura è stata abrogata. La formazione non può continuare.

  Il Tribunale Amministrativo Regionale per l' Umbria con sentenza N. 00048/2021 REG.PROV.COLL del 08 febbraio 2021 si è espresso in merito al ricorso numero di registro generale 258 del 2019, integrato da motivi aggiunti, proposto da Istituto Enrico Fermi Perugia S.r.l., in persona del legale rappresentante pro tempore...... Leggi la sentenza

Spif Ar scrive al Vice Ministro alla Salute

  Spif Ar scrive al Vice Ministro alla Salute, On. Pierpaolo Sileri  ( vedi nota ) per ottenere il supporto del Governo alla calendarizzazione del DDL sul Fisioterapista di Famiglia . Un ulteriore passo avanti per i nostri colleghi della Libera Professione. " Gentile Signor Vice Ministro della Salute On. Sileri Dott. Pierpaolo, Nel congratularmi con la S.V. per l’impegno, evidenziato in questo momento critico per tutti gli Italiani, a causa dell’emergenza Covid – 19, sono a formularLe a nome della nostra Organizzazione Sindacale Professionale (Spif Ar) la nostra piena e incondizionata approvazione per quanto sta facendo, insieme ai Suoi degni collaboratori, per riportare il Ministero della Salute ad uno status di trasparenza ed efficienza. Guardiamo, dunque, con ammirazione alle iniziative di questo Suo encomiabile e significativo  impegno, rendendosi mirabile interprete di situazioni difficili, favorendo, un coacervo di positive  intenzioni. Occorre passione, entusiasmo. La ste